Green Comp

Il progetto

Gli obiettivi strategici dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile pongono al centro il rispetto del pianeta, l’utilizzo responsabile delle sue risorse e ribadiscono la necessità di utilizzare in modo razionale l’energia in tutte le sue forme, ridurre i rifiuti, nonché di operare per la diffusione di una cultura della sostenibilità e della qualità della vita. Nel 2020 la commissione europea ha adottato l’European Green Deal, impegnandosi a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, con l’obiettivo intermedio di ridurre le emissioni nette di almeno il 55% entro il 2030.

Gli obiettivi dell’European Green Deal sono al centro del Next generation Eu, il piano di ripresa che aiuterà l’Unione europea a riparare i danni economici e sociali causati dall’emergenza sanitaria da coronavirus e contribuire a gettare le basi per rendere le economie e le società dei paesi europei più sostenibili, resilienti e preparate alle sfide e alle opportunità della transizione ecologica e digitale e del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) con il quale l’Italia si propone di attenuare l’impatto economico e sociale della pandemia e rendere l’Italia un Paese più equo, verde e inclusivo, con un’economia più competitiva, dinamica e innovativa, che dedica il 30% delle risorse totali alla Missione 2 Rivoluzione verde e transizione ecologica articolandola in 4 componenti:

  1.  economia circolare ed agricoltura sostenibile
  2. energia rinnovabile, idrogeno, rete e mobilità sostenibile
  3. efficienza energetica e riqualificazione degli edifici
  4. tutela del territorio e della risorsa idrica

In questo contesto, a dicembre 2020 la Regione Emilia-Romagna ha adottato il Patto per il lavoro e per il clima, condividendo con tutti i soggetti del territorio un progetto di rilancio e sviluppo dell’Emilia-Romagna fondato sulla sostenibilità, sul lavoro di qualità, sul contrasto alle diseguaglianze, che contribuisca a raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030.

Affinché la transizione sia “giusta” e non lasci nessuno ai margini, dovrà essere accompagnata da una efficace programmazione di azioni volte a generare nuove imprese, nuovo lavoro e nuove competenze e aggiornare le professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori per tutelarne e salvaguardarne l’occupazione.

L’offerta formativa resa disponibile ha l’obiettivo di permettere alle persone laureate di innalzare e arricchire le conoscenze e competenze acquisite in esito al proprio percorso universitario per agire, nei contesti e nelle organizzazioni di lavoro, il proprio specifico curricula formativo adottando e trasferendo nuovi approcci e nuovi saperi necessari a completare e integrare conoscenze e competenze “settoriali” per attivare e abilitare nuovi modelli di consumo, nuovi modelli di comunità e nuovi modelli di business e nuovi mercati per favorire un’accelerazione positiva della transizione ecologica.

Come funziona

Schema di progetto

L’obiettivo del progetto è permettere alle persone, in possesso di un titolo di istruzione universitaria, di strutturare, qualificare e/o aggiornare le conoscenze e competenze già possedute e acquisite attraverso differenti percorsi personali, educativi, formativi e professionali, per migliorare e ricondurre le stesse a professionalità rispondenti alla domanda del sistema produttivo e anticipare traiettorie di innovazione e sviluppo sostenibile.

DESTINATARI

Il progetto, approvato dalla Regione Emilia-Romagna e finanziato dal Fondo Sociale Europeo Plus, si rivolge a laureati (da non più di 24 mesi) in ogni area disciplinare (umanistica, economico sociale, scientifica), residenti o domiciliati in Regione Emilia-Romagna, da data antecedente l’iscrizione ai percorsi formativi. Ogni candidato potrà iscriversi ad uno o più tra i progetti proposti, scegliendo i più idonei al proprio profilo, fino ad un massimo di 480 ore, a cui può aggiungersi la frequenza al progetto laboratoriale.

COSTI

La partecipazione ai corsi è completamente gratuita, perché approvati dalla Regione Emilia-Romagna e finanziati dal Fondo Sociale Europeo Plus.

NR

PROGETTO

AREA DISCIPLINARE

ORE

5

Scientifico – tecnologica

80

6

Scientifico – tecnologica

80

13

Economico – giuridica

60

14

Scientifico – tecnologica

60

15

Scientifico – tecnologica

60

NOTA: I percorsi possono essere scelti senza sequenzialità. Potranno accedere ai progetti afferenti le diverse aree disciplinari, non solo laureati in quelle specifiche aree, ma anche laureati in aree differenti, interessati ad acquisire competenze complementari al loro percorso di studi, con particolare riferimento alle competenze manageriali.

Ogni progetto è “autoportante” ma può anche rappresentare un tassello di un più ampio percorso formativo che potrà portare allo sviluppo di conoscenze e competenze specifiche ed approfondite, inerenti a una tematica (es. energia, materiali innovativi, economia circolare) ma anche all’integrazione di conoscenze e competenze afferenti ambiti diversi e complementari, in ottica interdisciplinare.

ISCRIZIONE E SELEZIONE

L’iter di selezione prevede la verifica dei requisiti formali attraverso l’analisi delle schede di iscrizione e controlli a campione successivi. Per iscriversi occorre registrarsi al portale https://green-comp.it/e selezionare i corsi di interesse attivi, fino ad un massimo di 480 ore di formazione, cui può aggiungersi la frequenza al project work laboratoriale. Il calendario dei corsi attivi verrà periodicamente aggiornato e gli utenti registrati potranno accedere al portale con le proprie credenziali ed iscriversi ai nuovi corsi disponibili.
Gli iscritti saranno contattati per un colloquio di presa in carico al momento dell’iscrizione al primo corso presso l’ente partner e la sede di riferimento.
Il colloquio individuale di presa in carico è previsto per tutti gli utenti iscritti, per analizzare il profilo e condividere informazioni rilevanti relative al progetto così da gestire al meglio la partecipazione all’intera operazione, anche presso enti partner diversi.

CHI CI SUPPORTA

ENTI GESTORI

Il progetto è gestito in partnership da una compagine di enti di formazione: Ifoa, Formindustria, Assoform Romagna, Centoform, CIS, Cisita Parma, Fondazione Aldini Valeriani, Forpin, Il Sestante Romagna, Nuova Didactica.

UNIVERSITÀ PARTNERS

Hanno aderito:

  • UniMoRe, Alma Mater Studiorum di Bologna, Università degli Studi di Ferrara, Università di Parma, che collaborano alla promozione delle attività, alla progettazione e docenza di alcuni percorsi formativi e partecipano al Comitato Tecnico Scientifico.
  • Legambiente Emilia-Romagna che collabora alla promozione delle attività, alla progettazione e docenza di alcuni percorsi formativi e partecipano al Comitato Tecnico Scientifico.
  • Reiss Romoli che collabora all’emissione degli open badge dei percorsi formativi e partecipa al Comitato Tecnico Scientifico.

SOGGETTI PROMOTORI

Confindustria Emilia-Romagna, HegoOne Srl, Camst Soc. Coop a.r.l, Yomax Srl, XBW Srl, Garc Ambiente SPA SB, F.lli Veroni fu Angelo, COEM Spa, Landi Renzo Spa, Dilaxia S.p.A, The Hub Reggio Emilia Soc. Coop, Ghepi Srl, Voith Turbo Srl, Metalsider Spa, Urbinati Srl, Vem Sistemi Spa, Inside S.R.L, Eco Certificazioni Spa, Neway Srl, Sfridoo srl, Hydro Holding Spa, Praxis Consulting S.r.l, Ecoinnovazione Srl, Gianni Negrini Srl, ISI Plast Spa, Ghirardi Srl, GeDInfo Società Cooperativa, ARPAE, CYRKL Zdrojová platforma s.r.o., Cantine Riunite & Civ, Euro Company Spa SB, CISE – Centro per l’innovazione e lo sviluppo economico.